Autore Topic: Tecnica base per il set-up  (Letto 2407 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Michele

  • Visitatore
Tecnica base per il set-up
« il: 03 Aprile 2009, 11:00:49 »
Ciao Amici sperando di fare cosa utile vorrei iniziare a parlare delle tecniche base per il set-up.
Premetto che non si tratta di farina del mio sacco, ma di materiale trovato qua e là!
Chiedo fin da subito l'aiuto di qualche mod. per eventuali correzioni e/o modifiche del topic!!


SOTTOSTERZO

Un automodello è tendenzialmente sottosterzante in curva quando, una volta raggiunto il limite di tenuta di strada, sono le ruote anteriori a perdere aderenza per prime.
Ciò provoca una maggiore difficoltà nel mantenere la traiettoria voluta, con l'avantreno che tende ad andare verso l'esterno della curva.
Un comportamento  moderatamente sottosterzante è d'aiuto nelle curve veloci, ma crea grosse difficoltà nelle curve strette.


SOVRASTERZO

Un automodello è definito sovrasterzante quando, una volta raggiunto il limite di tenuta di strada in curva, sono le ruote posteriori a perdere aderenza per prime.
Questo comportamento porta ad un retrotreno che si porta verso l'esterno con una conseguente tendenza da parte delle ruote anteriori a chiudere il raggio della curva. E' un comportamento chiaramente opposto a quello sottosterzante.
Un leggero sovrasterzo è utile nelle curve lente ma decisamente insidioso nelle curve veloci.

CONSIGLI PRATICI

Per ridurre il sovrasterzo

- Chiudere la convergenza anteriore
- Chiudere la convergenza posteriore
- Ammorbidire l'olio negli ammortizzatori posteriori
- Ammorbidire le molle posteriori
- Indurire l'olio negli ammortizzatori anteriori
- Indurire le molle anteriori
- Indurire la barra anteriore
- Ammorbidire la barra posteriore
- Portare il Camber anteriore verso valori leggermente negativi
- Portare il Camber posteriore verso valori leggermente positivi
- Indurire il differenziale anteriore
- Diminuire il recupero di Camber posteriore
- Aumentare il recupero di Camber anteriore
- Aumentare l'angolo di Caster

Per ridurre il sottosterzo

- Aprire la convergenza anteriore
- Aprire la convergenza posteriore
- Indurire l'olio negli ammortizzatori posteriori
- Indurire le molle posteriori
- Ammorbidire l'olio negli ammortizzatori anteriori
- Ammorbidire le molle anteriori
- Indurire la barra posteriore
- Ammorbidire la barra anteriore
- Portare il Camber anteriore verso valori leggermente positivi
- Portare il Camber posteriore verso valori leggermente negativi
- Ammorbidire il differenziale anteriore
- Aumentare il recupero di Camber posteriore
- Diminuire il recupero di Camber anteriore
- Diminuire l'angolo di caster



ANGOLI FONDAMENTALI RIGUARDANTI L'AVANTRENO


ANGOLO DI CAMBER
Indica l'angolo di campanatura, ovvero l'inclinazione che l'asse passante per la mezzeria delle ruote ha rispetto alla perpendicolare al suolo.

Si ha camber positivo quando la parte superiore delle ruote è inclinata verso l'esterno.
Si ha camber negativo quando la parte superiore delle ruote è inclinata verso l'interno.
Si ha camber neutro quando l'asse di mezzeria coincide con la perpendicolare, per cui la ruota forma un angolo di 90° col terreno.

Il camber può essere STATICODINAMICO
Il primo riguarda il modello fermo, appoggiato ad un piano senza nessun carico gravante su di esso al di fuori del proprio peso.
Il secondo, chiamato anche RECUPERO DI CAMBER, è relativo al modello in movimento, nel cui caso la variazione geometrica delle sospensioni incrementa o decrementa l'angolo impostato staticamente.
Questo angolo è molto importante perchè permette alla ruota, in curva, di appoggiare al terreno nel modo ottimale.

Se, ad esempio, si imposta alle ruote un Camber negativo si noterà, in curva, che le ruote esterne, per effetto della forza centrifuga, tenderanno ad incrementare negativamente il valore del camber e quindi a scivolare trasversalmente al terreno più facilmente, incrementando l'effetto sottosterzante del modello.
Se si imposta il camber positivamente, la ruota tende ad "impuntare" facendo correre il rischio al mezzo di ribaltarsi.


CONVERGENZA

Indica l'angolo formato tra l'asse longitudinale del modello e il piano di mezzeria della ruota.
Si parla di convergenza positiva ( o chiusa o toe-in) quando i piani di mezzeria delle ruote convergono verso la parte anteriore del mezzo.
La convergenza è negativa (o aperta o toe-out) quando i duepiani di mezeria tendono ad incontrarsi posteriormente al mezzo.
Scontato il discorso sulla convergenza nulla.

Una convergenza chiusa migliora la direzionalità in rettilineo e diminuisce l'inserimento in curva.
Una convergenza aperta dà invece instabilità in rettilineo, mentre aumenta l'inserimento in curva.

CASTER

Un altro angolo importantissimo ed è dato dall'inclinazione data dall'asse del fusello direzionale con la verticale al terreno.
L'incidenza di caster si può variare spostando in avanti (negativo) o indietro (positivo) i bracci sospensione, inferiori o superiori, tramite innesti rapidi.

Un aumento del Caster positivo diminuisce l'inserimento in curva, ma aumenta la forza raddrizzante sulle ruote sterzanti.
Un Caster negativo migliora l'inserimento in curva, aumenta il sovrasterzo

ANGOLO DI ACKERMANN

L'angolo di ackerman fa parte dei meccanismi dello sterzo.
In fase di sterzata le 2 ruote anteriori assumono 2 angoli di sterzata diversi, la cui differenza è appunto detta di Ackermann
La ruota interna compie un percorso più breve rispetto a quella esterna.
Con un Ackermann grande avremo un mezzo sovrasterzante (molto sensibile allo sterzo in accelerazione e meno in staccata)
Con un angolo di Ackermann piccolo il mezzo sarà sovrasterzante.
L'angolo di Ackermann può essre cambiato agendo sulla convergenza, infatti se le ruote convergono si falserà l'Ackermann per difetto, se divergono, l'Ackermann varierà per eccesso.
« Ultima modifica: 03 Aprile 2009, 20:51:35 da gargol »

Michele

  • Visitatore
Re: Tecnica base per il set-up
« Risposta #1 il: 03 Aprile 2009, 11:12:06 »
Raggazzi sicuramente si tratta di cose che ai più risultano assolutamente banali, ma visto che purtroppo io non sono uno di quelli spero che possano essere utili a tanti altri che da poco si sono avvicinati allo splendido mondo del modellismo r/c!! :ciaociao: :ciaociao:

vaporizzato

  • Visitatore
Re: Tecnica base per il set-up
« Risposta #2 il: 03 Aprile 2009, 18:26:09 »
stavo giusto cercando una guida del genere per sapermi orientare un po meglio e non andare a cappella per il setup della mia macchina, OTTIMO lavoro e grazie!!! :primo: :primo: :primo: :primo: :primo: :primo: :primo: :primo: :primo: :primo: :primo: :primo: :primo:

Offline gargol

  • Monster V.I.P
  • *******
  • Post: 1613
  • Sesso: Maschio
  • A essere giovani s'impara da vecchi
Re: Tecnica base per il set-up
« Risposta #3 il: 03 Aprile 2009, 20:54:11 »
Ho raggruppato insieme il tuo ottimo lavoro in modo da rendererlo meno dispersivo  O0

vaporizzato

  • Visitatore
Re: Tecnica base per il set-up
« Risposta #4 il: 03 Aprile 2009, 21:00:03 »
me lo sono anche stampato in modo da non dover stare ad accendere il pc per leggerlo e me ne metto una copia in cassetta degli attrezzi non si sa mai  :risatissima: :risatissima: :risatissima: :risatissima: :risatissima:

frank.c65

  • Visitatore
Re: Tecnica base per il set-up
« Risposta #5 il: 03 Aprile 2009, 22:58:32 »
Bella Michele  :yeah: :yeah: :clapclap: :clapclap: :clapclap: metto il topic in evidenza ;)

Offline Pabi69

  • Big Monster
  • *****
  • Post: 379
  • Sesso: Maschio
Re: Tecnica base per il set-up
« Risposta #6 il: 04 Aprile 2009, 15:08:22 »
Bellissimo lavoro Michele !  O0
Grazie,
Marco

Offline SATURNO

  • Super Monster
  • ******
  • Post: 1422
  • Sesso: Maschio
Re: Tecnica base per il set-up
« Risposta #7 il: 04 Aprile 2009, 21:26:18 »
Bravissimo Michele una guida veramente utile per moltissime persone  :primo:

Michele

  • Visitatore
Re: Tecnica base per il set-up
« Risposta #8 il: 04 Aprile 2009, 23:51:10 »
Grazie ragazzi ma ho semplicemente scopiazzato qua e là e messo a disposizione del forum! O0

Offline m@uro72

  • Super Monster
  • ******
  • Post: 862
  • Sesso: Maschio
  • TORINO RACING
Re: Tecnica base per il set-up
« Risposta #9 il: 05 Aprile 2009, 11:09:09 »
bellissimo lavoro!!  O0
anche se come hai detto te (non è farina del tuo sacco )ma è da lodare il tempo e la dedizione adoperata x tutti queli che ancora non sapevano tutto ciò!! me compreso!!  :oooops:
CIAOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!
Hpi Savage SS - Traxxas E-Maxx - Traxxas Jato 2.5

http://img407.imageshack.us/img407/1483/mauroxp1.gif

Offline dadda

  • Monster Senior
  • ****
  • Post: 202
  • Sesso: Maschio
Re: Tecnica base per il set-up
« Risposta #10 il: 17 Aprile 2009, 22:25:34 »
non ci posso credere  ??? ??? ??? ??? ??? ??? ho visto solo ora la tua perfetta spiegazione dei vari settaggi delle nostre amate macchine..............ma allora vedo che hai studiato.....ora ho capito perche' mi stai sempre davanti............ :secondo: :secondo: :secondo: :secondo: :secondo: :secondo: :secondo: :secondo:

Offline da77my

  • un uomo nn smette di giocare perche' invecchia,ma invecchia perche' smette di giocare
  • Monster V.I.P
  • *******
  • Post: 1565
  • Sesso: Maschio
  • I miei modelli: mbx7 R eco -- mamba x -- losi 1700 kv -- lehner 1950 kw-- sanwa MT4
Re:Tecnica base per il set-up
« Risposta #11 il: 28 Marzo 2016, 17:18:58 »
tanto semplice quanto ben spiegata... mi sono imbattuto in questo topic per caso ma lo rispolvero perché potrebbe servire a molti

 :ok: